Home Page

Cos'è questo sito?

Cos'è un gioco di ruolo?

Recensioni

Approfondimenti

La saga The Elder Scrolls

Crediti e contatti


 
 

 

Oblivion: guida ai plugin disponibili in rete

In questa pagina potete trovare piccole ma dettagliate recensioni di molti plugin disponibili in rete per il capolavoro Bethesda. Molti tra essi sono decisamente consigliati in quanto capaci di migliorare molto l'esperienza di gioco; a differenza che nell'analoga sezione dedicata ai plugin di Morrowind, però, ho deciso di includere anche mod sconsigliati, indicando il motivo.

Nota: i plugin sono stati testati sulla versione inglese; non si garantisce il loro funzionamento con la versione italiana.

Nota2: molte modifiche al gioco possono essere realizzate tramite piccole modifiche al fine.ini; chi conosce l'inglese può consultare la dettagliatissima Oblivion Tweak Guide per conoscere i particolari.

Alive Waters
Il plugin tenta di rendere più interessanti gli ambienti subacquei di Oblivion, aggiungendo alghe, pesci e relitti. Purtroppo i risultati sono assai meno eclatanti dell'equivalente Water Life per Morrowind, ma è comunque un piccolo passo avanti. Fortunatamente, gli ambienti acquatici sono meno frequenti in Cyrodiil che su Vvardenfell, che è un'isola.

All Natural
Questo progetto, estremamente ambizioso e non ancora compiuto (ma comunque già godibile), è frutto di un percorso lungo e complesso, nato sotto forma di vari tentativi di risolvere un problema del gioco base molto sentito dalla comunità. Il problema è il fatto che l'interno degli edifici non cambia con il cambiare del clima o dell'ora del giorno: le finestre delle case lasciano intravedere sempre un cielo azzurro, anche se fuori è buio o molto nuvoloso. Dopo vari esperimenti poco funzionali, la strada giusta è stata intrapresa soprattutto grazie ai modder Wormheart, Arthmoor e Chong Li. Il risultato è questo All Natural, che interviene con grande efficacia su quasi tutti gli interni del gioco, calibrando l'aspetto delle finestre e la luce presente con quel che sta succedendo all'esterno. Qualche finestra lascia addirittura intravedere alcuni elementi dell'esterno, come l'angolo del muro dell'edificio a cui essa appartiene. Inoltre, il plugin implementa, senza la necessità di alcuna conversione o di installazioni parallele, altri validi mod riguardanti il clima e la gestione delle fonti luminose: nell'ordine Enhanced Weather, Natural Weather (dal celeberrimo pacchetto Natural Environments, di cui più avanti parliamo), Atmospheric Weather System, Real Lights (del nostro Josef K.) e Natural Interiors. Questi bei plugin qui non vengono consigliati proprio perché già inclusi in All Natural. Chapeau!
Attenzione: richiede l'utilizzo dell'Oblivion Script Extender.

Apachii Goddess Store
Questo colossale plugin, da installare in tre diverse fasi (ma su Tesnexus c'è anche il link a una versione completa), aggiunge un improbabile negozio di abiti al quartiere del porto della Imperial City. Dentro alcune signorine, vestite come le bambine che a carnevale vogliono fare la fatina, offrono in vendita abiti, armature e armi, nonché servizi come riparazione, incantesimi e ricarica di oggetti magici. Alcuni vestiti sono molto ben realizzati e suggestivamente animati, ma tutti stridono irrimediabilmente con il contesto, oltre a risultare, nel caso delle armature, palesemente sbilanciati. Da segnalare anche il fatto che le mercanti possiedono ben 5000 monete ciascuna, risultando quindi una forte tentazione per chi cerca di arricchirsi rapidamente. Forse il miglior modo per utilizzare il plugin è visitare il negozio una volta, comprarsi qualche abito privo di effetti magici e non tornarci mai più. Richiede il pacchetto di Exnem.

Bomret's Texture Pack - Shivering Isles
Questo pacchetto di texture ad alta risoluzione si propone di fare per l'espansione quel che il celebre lavoro di Qarl fa per il gioco base. I risultati non sono forse altrettanto eclatanti, ma si tratta in ogni caso di una aggiunta da consigliare a tutti, soprattutto a chi possiede una scheda grafica particolarmente potente.

Book Jackets: Oblivion
Non esiste nessun vero motivo per non adoperare questo virtuosistico mod, che cambia tutte le copertine dei libri nel gioco, dando a ciascuno un aspetto unico e permettendo di leggere il titolo prima ancora di farlo comparire tramite l'interfaccia. Nel pacchetto si trovano alcune varianti, corredate di screenshot; è disponibile anche una versione compatibile col mod Book Placement che consente di disporre i volumi nelle librerie senza il grande dispendio di energie necessario nel gioco liscio.

Dark UI Darn
Tra i rifacimenti dell'interfaccia di Oblivion in direzione di una maggiore ottimizzazione e di una palette cromatica più adeguata all'oscurità di parecchie ambientazioni, questo plugin del modder Gothic251 è, a nostro avviso, il migliore. Dopo averlo installato, le varie sezioni relative alle abilità del personaggio, all'inventario, agli incantesimi, alla mappa e al diario saranno completamente riscritte: cambieranno gli artwork e il colore di fondo ma anche la dimensione del carattere e la distribuzione delle informazioni, così da offrirne la maggior quantità possibile nel minor spazio. Non mancano le nuove funzionalità: l'avanzamento delle abilità viene indicato anche sotto forma di percentuale, le caratteristiche del personaggio evidenziano gli aumenti dovuti a oggetti magici, mappa offre molteplici possibilità di personalizzazione. Inoltre, una nuova schermata presenta tutta una serie di opzioni di ottimizzazione capaci di rendere l'esperienza di gioco ancora più adeguata ai gusti dell'utente. Il plugin modifica anche tutti gli altri elementi dell'interfaccia, dalle icone in-game (posizionando, ad esempio, l'icona dello sneaking in luogo molto più discreto) ai sottotitoli dei dialoghi. Semplicemente irrinunciabile.

Exnem's Eyecandy Mod
Tracciare una mappa dei mod di Oblivion dedicati al modello dei corpi dei personaggi è più complicato che individuare i siti in cui sono stoccate armi atomiche. Purtroppo per il quarto capitolo della serie di Bethesda manca il tipo di sforzo congiunto che si è verificato per Morrowind sotto forma del progetto Better Bodies: per Oblivion ognuno fa di testa sua, magari fondendo e/o modificando ciò che è stato fatto da qualcun altro. In questo delirio, probabilmente il risultato migliore è ancora quello di Exnem, pioniera del modding, occupatasi tempo fa dei modelli femminili. Certo, c'è ancora da migliorare: il seno, per esempio, è decisamente sproporzionato (e, a voler essere pignoli, anche un po' 'cadente'). Sottolineiamo, comunque, che i modelli dell'Oblivion vanilla non sono orrendi come quelli del Morrowind vanilla e che quindi questo tipo di intervento non è cruciale. Per chi decidesse di adoperare il mod, consigliamo anche il plugin che sostituisce abiti e armature presenti nel gioco base con altri compatibili con i nuovi modelli.

Francesco's Leveled Creatures Items Mod
Pur non aggiornato ormai da molti mesi, questo plugin ha ancora oggi un successo enorme, forse perché rappresenta il tentativo più sensato per porre rimedio all'annoso problema del livellamento indiscriminato di creature e tesori presente nel gioco base. Se installato nella sua versione minima, il lavoro di Francesco non interviene sulla struttura base di Oblivion e non ne inficia in alcun modo la filosofia interpretativa: il nostro personaggio è ancora libero di andare quasi ovunque fin dall'inizio e di sviluppare le sue abilità sulla base della sua personalità più che sulla base della difficoltà degli scontri. Ciò che cambia sono appunto gli effetti maggiormente paradossali del livellamento automatico: anche quando saremo a livelli alti, continueremo a incontrare creature deboli (lupi e ratti), che rimarranno comunque sempre più numerose di quelle potenti; i banditi saranno armati come banditi e non come divinità daedriche; i tesori nei dungeon saranno coerenti con la difficoltà del medesimo più che col livello del nostro personaggio, e così via. La credibilità del mondo e la sospensione dell'incredulità ne guadagnano parecchio, a scapito, soprattutto nelle ultime fasi di gioco, del livello di sfida offerto dagli scontri. Esistono anche vari pacchetti di contenuti aggiuntivi per il plugin base: nuovi mostri, nuove armature, nuovi tesori. A quel punto però tanto vale scegliere direttamente il plugin di Oscuro (vedi). A nostro parere, il mod di Francesco adoperato nella sua versione più leggera resta il modo migliore per risolvere il problema del livellamento senza, nel contempo, causare problemi ancora peggiori.

Harvest [Flora]
Un plugin assolutamente indispensabile per qualunque personaggio: dopo la sua installazione, le piante spariranno dal mondo di gioco (o cambieranno aspetto) dopo essere state private del loro ingrediente alchemico. Oltre a essere piacevolmente realistico, il mod facilita enormemente il lavoro del raccoglitore di piante, che a colpo d'occhio capirà dove è già passato e dove deve ancora passare. Risulta disponibile anche un mod intitolato Harvest [Containers], che fa la stessa cosa però per i contenitori (casse e bauli) anziché per le piante; noi lo sconsigliamo in quanto viziato da molti problemi di clipping, ma molti lo apprezzano. Entrambi i plugin sono inclusi nel pacchetto di Oscuro (vedi).

Horse Fast Travel
Installando questo plugin, sarà possibile effettuare il viaggio rapido (fast travel) solo quando si è in groppa a un cavallo. L'idea è ottima, dato che rende il possesso di un cavallo una necessità e non uno sfizio (com'è nel gioco base), scongiurando al contempo gli abusi connessi al viaggio rapido. L'implementazione, però, non è perfetta. Per esempio, il plugin continua a restare attivo anche nelle Shivering Isles (dove non ci sono cavalli); sarebbe stato intelligente, poi, consentire comunque il viaggio rapido all'interno della Imperial City.

Illumination Within Revived Optimized
Si tratta della versione più recente e più ottimizzata dei vari plugin che si occupano di illuminare le finestre delle case durante le ore notturne. Questo mod va consigliato senza riserve a chiunque: la sua sola presenza è in grado di conferire alle città un tocco di atmosfera davvero impareggiabile, senza pesare troppo sulle prestazioni complessive.

Less Annoying Magic Experience
Nel gioco liscio, gli incantesimi predefiniti lasciano molto a desiderare: ogni buon mago deve cercare di completare quanto prima le missioni di accettazione nella gilda dei maghi così da avere accesso all'Università e potersi creare da sé qualche magia decente. Questo bel plugin pone rimedio a tutto questo sostituendo tutti gli incantesimi predefiniti con altri, di durata maggiore e di effetto più circostanziato. Inoltre, tutte le magie hanno un nuovo nome e sono precedute da una sigla, così da facilitare la loro classificazione nel libro degli incantesimi. Per di più, vengono aggiunti parecchi nuovi effetti magici: qualunque creatura può essere evocata e la scuola del Misticismo viene parecchio approfondita grazie all'introduzione di magie di teletrasporto, modifica dello scorrere del tempo eccetera. Semplicemente indispensabile per chiunque voglia creare un personaggio dedito alla magia.

Natural Environments
Nonostante non venga aggiornato da molto tempo e abbia anche qualche piccolo problema di compatibilità con altri mod, questo pacchetto rimane a nostro avviso da consigliare. Si tratta in realtà della somma di quattro diversi plugin. Natural Weather modifica l'aspetto del clima, rendendo albe e tramonti ancora più suggestivi e conferendo alla luce solare una tonalità dorata che ricorda quella utilizzata in alcuni dipinti realisti dell'Ottocento (non a tutti piace questa nuova tonalità, quindi è il caso di osservare bene gli screenshot prima di applicare il plugin). Natural Water rende le acque più trasparenti e migliora il loro riflesso. Natural Habitat aggiunge magnifici insetti e uccelli. Natural Vegetation, infine, cambia la distribuzione delle piante e la loro dimensione reciproca. Tutti questi plugin hanno la benvenuta tendenza a essere estremamente poco invasivi: migliorano i paesaggi e le atmosfere, ma senza snaturarli rispetto a quelli del gioco base (come invece fanno i famosi plugin della serie The Unique Landscapes Project, da me non ancora testati a fondo). Inoltre, le parti del pacchetto possono essere attivate e disattivate a piacere: chi utilizza All Natural, ad esempio, può semplicemente selezionare tutte le parti tranne Natural Weather (che è la soluzione da me prediletta).

Oscuro's Oblivion Overhaul
Ci apprestiamo a parlare di quel che è uno dei plugin più popolari mai realizzati per il quarto capitolo della serie The Elder Scrolls. Partito come lavoro di un singolo, è diventato nel tempo frutto dello sforzo di un gran numero di modder, uniti dall'intento di intervenire nell'esperienza globale offerta da Oblivion, cercando di renderla più intensa, più complessa e meno dominata dalla casualità. Il plugin di Oscuro modifica praticamente ogni cosa del gioco base: le caratteristiche del personaggio giocante, la velocità di crescita delle abilità, l'abbigliamento e il comportamento dei personaggi non giocanti, la varietà e l'intelligenza artificiale di mostri e nemici, la disposizione delle creature nel mondo, la difficoltà degli scontri. In particolare, viene completamente rimosso il livellamento automatico, col risultato che il mondo di gioco che si viene a creare risulta statico: un mondo a cui il giocatore deve adeguarsi e non il contrario, un mondo dove sarà necessario farsi le ossa per lunghe ore nei luoghi più accessibili prima di provare a mettere il naso in quelli più impervi. Il mod è arrivato alla versione 1.33 e si configura ormai come una sorta di colossale 'compilation' di modifiche: vengono aggiunte anche nuove quest e sono inclusi all'interno del pacchetto anche vari altri plugin segnalati in questa pagina. OOO è, per molti versi, la concretizzazione dei sogni di chi si lamenta con Oblivion per il suo essere 'troppo poco gioco di ruolo', soprattutto a causa del livellamento automatico del mondo: il problema è che la risposta al problema è estremizzata in senso opposto e, soprattutto, decisamente ipertrofica. OOO aggiunge al gioco base troppe cose: nuove quest di cui non si sentiva la mancanza (il gioco originale straborda di quest, peraltro molto meglio realizzate di quelle partorite dalla community), nuovi oggetti nella maggioranza dei casi del tutto inconsistenti con l'ambientazione, nuovi PnG che non fanno altro che peggiorare le prestazioni del gioco, nuovi mostri che rendono paradossalmente molto più 'action' il tutto, eccetera. Inoltre, la scomparsa del livellamento automatico è concretizzata in base a criteri che appaiono, all'utilizzatore, totalmente casuali: mostri potentissimi si materializzano in locazioni insensate, che dovrebbero essere sicure (come vicino alle città), costringendo il giocatore a fuggire continuamente e intrappolandolo spesso in situazioni letteralmente senza uscita. L'assurda difficoltà delle prime fasi di gioco costringe l'utente a studiare attentamente lo sviluppo del proprio personaggio, trasformando Oblivion in un prodotto da 'power player' che giocano perennemente con la guida in mano, dimenticando quasi del tutto la serena interpretazione del proprio alter ego che dovrebbe essere la base di ogni autentico GdR (in particolare se appartenente alla serie TES). OOO rappresenta alla perfezione, dunque, lo spirito masochistico che anima molti 'veri appassionati', nonché la schizofrenia di parecchie loro posizioni. Visto il successo, è comunque un plugin da provare; fortunatamente, gli autori hanno avuto la buona idea di rendere disponibile anche una versione modulare, che consente di scegliere solo alcune parti del pacchetto. Il sottoscritto, d'altro canto, suggerisce di risolvere il problema del livellamento indiscriminato attraverso soluzioni più razionali e meno estremistiche, come il plugin di Francesco (vedi).

Qarl's Texture Pack 3 Redimized
Le texture dell'Oblivion vanilla sono state criticate fin da subito, da alcuni fan, a causa della loro qualità discontinua. Per quanto queste critiche siano probabilmente esagerate, l'applicazione di un pacchetto come quello realizzato da Qarl è in grado di migliorare molto l'esperienza visiva offerta complessivamente dal prodotto. La versione da noi consigliata è la più ottimizzata e può essere utilizzata senza perdite eccessive dal punto di vista delle prestazioni.

Real Sleep
Questo plugin rende indispensabile il sonno, attribuendo penalità appropriate a chi passa troppo tempo senza dormire. Si tratta di una innovazione realistica e piacevole, che dona al gioco un elemento di profondità inedito senza pesare troppo sulla fluire della giocabilità.

Really AEVWD
Questo plugin dall'acronimo quasi incomprensibile (sta per Almost Everything Visible When Distant) si propone di rendere molti elementi del paesaggio, caricati in streaming durante lo spostamento del personaggio giocante, visibili fin da lontano. Nel gioco base, infatti, capita spesso la spiacevole fattispecie di vedersi comparire davanti all'improvviso un forte o una rovina daedrica, in mezzo a quella che da lontano sembrava una semplice radura nel bosco. Pur senza risolvere del tutto il problema, questo mod contribuisce ad alleviarlo parecchio, e lo fa, a differenza di tanti altri plugin simili, senza pesare troppo sulle prestazioni. Ricordiamo comunque che il problema della visione distante è strettamente collegato ai limiti dell'hardware risalente all'epoca della pubblicazione del gioco: ancora oggi è praticamente impossibile dar vita a un plugin che rappresenti una visuale totalmente realistica e sia, al contempo, perfettamente giocabile.

Rens Beauty Pack
Questo è uno dei mod più conosciuti riguardanti l'estetica del personaggio giocante. Il plugin aggiunge una nuova razza, il Mystic Elf, caratterizzato da un meraviglioso aspetto diafano ed etereo, nonché molte nuove pettinature sia per maschi sia per femmine delle altre razze. Sono molto suggestivi soprattutto i capelli lunghi, che però per forza di cose soffrono di vari problemi di clipping.

The Lost Spires
Come nel caso di OOO, anche il più famoso plugin dedicato all'aggiunta di nuove quest è un ottimo esempio del 'doppiopesismo' messo spesso in essere dagli appassionati, molto critici nei confronti degli autori professionisti e altrettanto immotivatamente entusiasti dei prodotti amatoriali o indipendenti. The Lost Spires è uno dei moduli per Oblivion più scaricati e più apprezzati dalla comunità: il suo autore Leo Gura ha dato vita a una vera e propria nuova fazione, paragonabile dal punto di vista 'quantitativo' alle fazioni presenti nel gioco base, dotata di un quartier generale, missioni nuove di zecca, sotterranei inediti e anche qualche piccola possibilità di scelta nello sviluppo della vicenda narrata. Eppure lo sforzo sicuramente enorme dietro un lavoro simile (soprattutto considerando che ha fatto praticamente tutto un'unica persona) ha prodotto una dozzinale sequenza di sotterranei da ripulire di mostri, precariamente coesa tramite una trama esile, inserita nel background del gioco tramite legami aleatori e spesso inconsistenti. La protagonista del modulo è la "Gilda degli Archeologi", impegnata in indagini sugli Ayleid che portano presto alla scoperta di strane strutture sotterranee (le "spires" del titolo): il nostro eroe dovrà indagare tali strutture cercando di dipanarne il mistero, anche se la quasi totalità del suo tempo andrà spesa semplicemente per ripulire dai mostri i chilometrici e noiosissimi labirinti in cui si concretizzano le 'scoperte'. Ogni missione completata porterà all'ottenimento di premi, talvolta di natura puramente decorativa, talaltra dotati di qualche funzione 'pratica': si tratterà sempre, però, di oggetti irrimediabilmente fuori contesto appena collocati in un interno del gioco 'normale'. Notevole la presenza di un doppiaggio inglese integrale, anche se va detto che le quantità di dialogo non sono elevate e che la qualità del tutto è ovviamente imparagonabile a quella del gioco base. In ultima analisi, The Lost Spires è un riempitivo action concepito per un gioco che di tutto ha bisogno fuorché di riempitivi (soprattutto action): se c'è una cosa che in Oblivion non manca sono proprio le missioni, tutte peraltro varie e interessanti (e chi ha qualche dubbio a riguardo non ha che da confrontarle con quelle aggiunte dal mod per fugarlo). Leo Gura è un modder dotato, ma la sua fortuna maggiore è quella di non essere uno sviluppatore Bethesda: se lo fosse, la comunità lo avrebbe già sommerso con quantità industriali di insulti e pernacchie.

Unofficial patches
La prima cosa che ogni saggio giocatore di Oblivion dovrebbe fare dopo aver installato il gioco e avervi applicato la patch ufficiale è scaricare e installare le patch non ufficiali: si tratta forse dei plugin che racchiudono il maggior sforzo mai effettuato dalla comunità per correggere tanti piccoli e grandi problemi che necessariamente rimangono irrisolti in prodotti così mastodontici e complessi. Esistono tre patch non ufficiali: una per il gioco base, una per l'espansione Shivering Isles e una per i moduli a pagamento (tra cui il notevole Knights of the Nine). Quest'ultima può essere utilizzata anche se non si possiedono tutti i plugin ufficiali, dato che è modulare può essere installata anche solo per alcuni mod e non per altri.